Gli amici di Missione Sorriso: oggi parliamo di Giacomo Volpengo

Gli amici di Missione Sorriso: oggi parliamo di Giacomo Volpengo

Grazie alle dirette Instagram abbiamo modo di farvi conoscere alcune persone che, a vario titolo, sono state parte integrantedel percorso dei Clown Dottori di Missione sorriso VdA. Martedì 28 aprile la Presidente Stefania Perego ha chiacchierato con Giacomo Volpengo sul tema della "leggerezza". Oggi vi parliamo di Giacomo e di come sia fondamentale la sua competenza per il nostro percorso di volontariato.

Fin da giovane Giacomo ha affiancato il lavoro allo studio. Dopo una significativa esperienza in un'azienda privata, dove si è occupato di formazione, dal 2002 è libero professionista e lavora come consulente, formatore, counselor, attore e docente teatrale.

Oltre all'esperienza maturata nel lavoro, Giacomo ha costantemente approfondito con passione i temi e le tecniche che porta in aula. Il teatro è un elemento molto importante del metodo di formazione di Giacomo. Dal 1977 ad oggi si è formato come attore, regista, mimo, clown, narratore con scuole e attori di fama internazionale.

Giacomo conduce corsi annuali, seminari e settimane di approfondimento di teatro, drammaterapia e teatro sociale e di comunità con adulti, adolescenti e soggetti con bisogni particolari.

E' conduttore e performer della compagnia di Playback Theatre Alnair di Torino ed è docente al Corso di Teatro di sviluppo di comunità.

Giacomo è formatore della nostra Associazione dal 2013, con il corso di formazione "I clown del sorriso tornano in aula", dedicato ai clown dottori operativi. Nel mese di maggio 016 ha svolto un corso di formazione sul counseling e l'ascolto attivo per aspiranti clown. Nel settembre 2017 abbiamo svolto con lui il corso"Esploriamo la nostra profonda umanità", un percorso di crescita personale e di gruppo. Nel mese di novembre 2018 abbiamo lavorato su "Improvvisazione e spontaneità nel tuo "essere" clown".

Parlando di noi come clown e Associazione Giacomo afferma :"Siete un arcobaleno di emozioni!". Sul tema della Leggerezza Giacomo fa l'esempio del tavolo a tre gambe che sono: Forza, Gentilezza e Leggerezza. La Forza esprime la determinazione, la parte maschile. La Gentilezza è la relazione, l'accoglienza, l'empatia, l'ascolto ed è la parte femminile. La Leggerezza è lo spazio di creatività, l'apertura, la spontaneità e rappresenta il figlio. Riferendosi al lavoro clown e al possibile stress derivato dalla vita quotidiana che può incidere sull'attività clown, Giacomo sottolinea che "in presenza di stress non siamo in grado di essere creativi e spontanei e quindi manchiamo di leggerezza". Come clown, quindi, bisogna lasciare un pò di spazio vuoto, non riempire sempre. Il silenzio può aprire delle porte. Il sorriso apre il cuore, aprire il cuore vuol dire essere disponibile ad accogliere. Quindi, risate e sorrisi sono la meraviglia del lavoro del Clown Dottore.

Parlando del lavoro di coppia, Giacomo dice che: "l'unione degli opposti è importante: due clown non sempre devono essere uguali, anzi è bello portare nella coppia livelli diversi". La diversità ci porta ad un ascolto profondo e ci fa capire quando è il momento di partecipare, intervenire.

Anche Giacomo Volpengo per noi Clown Dottori di Missione Sorriso è molto più di un semplice formatore, è un vero amico pronto ad aiutarci e a supportarci nel nostro percorso.

 

 


Stampa   Email