Regolamentazione soci operativi

I soci operativi devono sostenere lo svolgimento delle attività sociali prestando la propria attività in modo personale, spontaneo e gratuito, secondo quanto necessario ai fini del perseguimento degli scopi dell’ Associazione, come da ST A TUTO, nel rispetto del codice deontologico, consultabili sul sito associativo.
Poiché l’associazione effettua attività di volontariato in modo costante presso le strutture ospedaliere regionali, si ritiene opportuno definire le modalità di condotta del “clown dottore” per garantire una responsabile e continuativa collaborazione con la struttura stessa, nel rispetto reciproco degli altri volontari.

ATTIVITA' DI VOLONTARIATO:
- Il socio che termina la formazione diventando “clown dottore” è tenuto a garantire l’attività di volontariato presso le strutture ospedaliere, con una presenza di minimo un turno al mese. E’ compito di ogni singolo socio volontario inserire i propri turni modo autonomo nell'area riservata sul sito su google drive.
- Il socio che termina la formazione diventando “clown dottore” è tenuto a garantire le attività di volontariato esterne, partecipando alle richieste di collaborazione di altre Associazioni, strutture socio assistenziali, scuole ecc.
- Tali richieste vengono espresse attraverso mail, sms o il gruppo di “whatsapp”. E' obbligo rispondere sia con assenso che con diniego nei tempi richiesti, per acconsentire l'eventuale adesione e successiva organizzazione.
- E’ compito di ogni singolo socio volontario inserire la propria disponibilità alle attività extra ospedaliere in modo autonomo nell'area riservata sul sito su google drive.
- Per garantire un'adeguata copertura dei turni in ospedale, la programmazione dell’attività, deve essere definita con cadenza bimestrale.
- Il clown dottore che necessita di un cambio turno può richiederlo attraverso il gruppo "whatsapp", o per mail. Sarà cura di tutti i volontari rispondere nel minor tempo possibile. Il primo volontario che dà la propria disponibilità si attribuisce il posto ed effettuerà la sostituzione sul file sul sito.


ASTENSIONE:
- L’eventuale richiesta di astensione dall’attività del “clown dottore” deve essere motivata e comunicata attraverso l'apposito modulo o per mail ed inviata al Presidente (che provvederà a comunicarlo al Consiglio Direttivo). Salvo impedimenti urgenti, il socio deve comunicare quanto sopra con un margine di tempo tale da permettere un’adeguata riorganizzazione dell’attività operativa degli altri clown dottori.
- Qualora il socio dovesse prorogare tale richiesta di astensione deve comunicarlo e motivarlo, sempre attraverso l'apposito modulo o attraverso mail, indirizzata al Presidente (che provvederà a comunicarlo al Consiglio Direttivo).
- Il clown dottore che richiede un periodo di astensione dall'attività ospedaliera può partecipare alle supervisioni e alle riunioni, per mantenere un momento di condivisione, che diventa anche appartenenza e coinvolgimento.
- Il clown dottore che ha effettuato un periodo di astensione particolarmente lungo, al suo rientro verrà affiancato per un paio di turni da un clown dottore con anzianità di servizio, per essere aiutato nello svolgere con serenità il proprio volontariato.
- Le assenze alle supervisioni e alle riunioni non devono essere più di 3 consecutive (salvo impedimenti fisici e famigliari giustificabili) non devono superare le 5 assenze totali annuali. In caso contrario sarà cura del Consiglio Direttivo contattare il volontario per capire insieme la possibilità di sostenerlo in un percorso di riavvicinamento, nel rispetto della persona.
- l’Associazione dispone di un sito internet all’interno del quale, nell'area riservata, sono disponibili tutti i moduli da utilizzare per le eventuali richieste, nonché i file con i turni delle attività ospedaliere, extra ospedaliere, le date delle riunioni e supervisioni che vengono individuate annualmente.


SOCIAL:


- L’Associazione è presente con profili ufficiali quali: sito, Facebook, Twitter e Instagram, che sono gestiti dai soci che hanno dato la loro disponibilità e che hanno una formazione specifica, cooptati dal Consiglio Direttivo.

- I soci volontari che dispongono di profili social non possono in alcun modo ledere l’immagine dell’Associazione attraverso comunicazioni personali offensive o mancanti di rispetto nei confronti di utenti, di personale sanitario o di terzi. Analogamente non possono essere pubblicati nomi, fotografie, video o qualsiasi riferimento possa in qualsiasi modo ricollegare pazienti ricoverati o oggetto di intervento clown (es. microcomunità, centri disabili, scuole ecc..). Tale attività è unicamente possibile attraverso i canali ufficiali dell’Associazione, a fronte della preventiva autorizzazione da parte dei singoli utenti/pazienti.

La condivisione dei post dell’Associazione: deve essere fatta facendo attenzione alle risposte che si scrivono, che siano sempre non in 1° persona, ma come se fosse il clown a rispondere.
Il mancato rispetto di quanto sopra comporta azioni e provvedimenti da parte del Consiglio Direttivo che possono anche sfociare, a seconda dei casi, all’annullamento dell’iscrizione del socio e alla richiesta di eventuali danni di immagine.

Per qualsiasi controversia si rimanda agli articoli dello Statuto per quanto di competenza.

Scarica il PDF della Regolamentazione soci operativi

Image